Assicurazione

Chi si fa carico dei costi del mio infortunio?

Gli infortuni avvengono in un baleno e possono rapidamente divenire costosi. Scoprite quali costi sono coperti dalla vostra assicurazione malattie e come evitare l’aggravio di costi supplementari.

Kostenübernahme bei Unfall

Comunicate alla vostra assicurazione ogni trattamento dovuto ad infortunio, per evitare di sostenere i costi delle sue conseguenze. ISTOCKPHOTO

In Svizzera chi lavora più di otto ore presso uno stesso datore di lavoro è automaticamente assicurato tramite la sua impresa con l’assicurazione infortuni (LAINF). Bambini, studenti e pensionati non hanno questa possibilità e devono quindi includere la copertura infortuni nella loro assicurazione malattie.

Differenze tra l’assicurazione infortuni (LAINF) e la copertura infortuni tramite assicurazione malattie.

Lisa, la principessina dei ghiacci, adora andare a pattinare sul ghiaccio dopo la scuola e imita coscenziosamente i salti dei professionisti. Senonché, producendosi in una piroetta, Lisa atterra sul viso invece che sui pattini. Ecco la genesi di un infortunio, occhiali rotti inclusi.

Chi lo copre?

  • Nessuna copertura per danni ad oggetti

La piccola Lisa è coperta contro gli infortuni dalla sua assicurazione malattie. A differenza dell’assicurazione contro gli infortuni di cui dispone suo padre tramite il datore di lavoro, nel caso dell’assicurazione malattie, l’assicurazione contro gli infortuni si basa sulla Legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal). Quest’ultima prevede che siano coperti esclusivamente i costi di guarigione. Le prestazioni relative a beni materiali andranno interamente a carico dei genitori di Lisa.

La caduta non ha danneggiato solo gli occhiali da sole, ma anche un incisivo di Lisa, cui ora manca un angolo. Dal momento che non si tratta di un dente da latte, la porzione rotta del dente sarà ricostruita in composito. Il dentino è quasi come nuovo. Ma chi paga la fattura del dentista di CHF 470?

  • Franchigia e quota-parte anche in caso di infortunio

Chi è assicurato contro l’infortunio tramite l’assicurazione malattie, partecipa ai costi con franchigia, quota parte ed eventuale contributo ospedaliero giornaliero, proprio come per il caso malattia. Visto che Lisa è una bambina in salute, i genitori hanno optato per una franchigia di CHF 300, di conseguenza parteciperanno ai costi della fattura come segue:

Fattura CHF 470
- Franchigia - 300 Quota genitori
- Quota-parte (10 %) - 17
Quota rimborsata dall’assicurazione CHF 153

N.B.: La franchigia e la quota-parte che si pagano di tasca sua per gli infortuni sono conteggiate insieme alla franchigia dei casi malattia.

Evitate di dover sostenere eventuali costi supplementari – notificate ogni infortunio

I genitori di Lisa inviano la fattura all’assicurazione malattie per richiederne il rimborso. È fondamentale che i parenti alleghino alla richiesta anche la notifica di infortunio. In questo modo l’infortunio dentario potrà essere inserito nel dossier di Lisa. Questo perché in caso di infortunio l’assicurazione copre anche i costi legati ad eventuali conseguenze dell’incidente, ma solo ed esclusivamente se inizialmente l’infortunio è stato correttamente notificato. Se qualche anno più tardi Lisa dovrà sostituire il suo incisivo con un dente a perno, anche questi costi saranno coperti dall’assicurazione malattie.

Importante: L’onere di comprovare una notifica di infortunio è dell’assicurato. Conservate scrupolosamente le denunce di infortunio, tutte le garanzie di copertura dei costi a queste collegate e la documentazione medica.

E se Lisa successivamente, durante lo stage, è coperta dall’azienda dove svolge la formazione? L’infortunio resta negli atti dell’assicurazione malattie e di conseguenza sarà sempre questa a farsi carico dei costi. Se Lisa cambierà assicurazione malattie, il dossier verrà trasmesso alla nuova assicurazione, che coprirà (al netto di franchigia e quota-parte) eventuali costi originati da quell’infortunio ai denti.

Cos’è un «infortunio»?
Un infortunio è un evento improvviso, imprevisto, circoscritto nel tempo e nello spazio, involontario e causato da un fattore esterno, a causa del quale una persona riporta un danno.
( Art. 4 Legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali LPGA)

Costi di un infortunio in caso di lavoratori dipendenti

I lavoratori dipendenti dovrebbero sempre ricordarsi di notificare un infortunio direttamente all’assicurazione infortuni del proprio datore di lavoro. In questo modo saranno completamente coperti non solo i costi di guarigione, ma anche eventuali danni a beni materiali. Se viceversa si avvia la pratica di rimborso tramite la propria assicurazione malattie, occorrerà – come per i genitori di Lisa – farsi carico di franchigia e quota-parte. Inoltre l’infortunio non sarà inserito nei propri dati come tale e di conseguenza non sarebbe neanche possibile far risalire all’infortunio i costi di eventuali trattamenti dovuti alle sue conseguenze.

Procedura in caso di infortunio

  1. A seguito di visita medica, compilare la notifica infortunio e inviarla all’assicurazione competente (la notifica di infortunio va sempre compilata dopo ogni infortunio, non importa se ci si è sottoposti a un trattamento dal medico di famiglia o al pronto soccorso).
  2. Saldare le fatture mediche (determinati fornitori di prestazioni, come per es. gli ospedali, inviano le fatture direttamente all’assicurazione).
  3. Inviare le fatture all’assicurazione competente per richiederne il rimborso.
  4. Se si tratta dell’assicurazione malattie, le verranno rimborsate le prestazioni al netto di franchigia e quota-parte.
  5. Se l’infortunio è stato causato da una terza persona, l’assicurazione malattie farà istanza di regresso all’assicurazione responsabilità civile del responsabile dell’infortunio. Vale a dire che l’assicurazione malattie in un primo momento si farà carico delle prestazioni (obbligo di prestazioni anticipate) e successivamente ne richiederà il rimborso direttamente a un’assicurazione responsabilità civile o infortuni.

Potrebbe interessarle anche:

Degenze ospedaliere: a cosa far attenzione?

Scelta dell’ospedale – dove pago di più?

Prevenire l’imprevedibile